Fake News? : sono ovunque!! - La vera storia della festa della donna
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Comprensivo Fara Filiorum Petri su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    Fake News? : sono ovunque!!

    La vera storia della festa della donna

    Fake News? Sono ovunque!

    Come tutti sappiamo la Giornata Internazionale della Donna viene festeggiata l’8  Marzo in ricordo di un incendio scoppiato nella fabbrica Triangle di New York il 25 marzo 1911 dove morirono 146 persone di cui 123 donne,molte italiane o ebree.

    Gi unici sopravvissuti furono i proprietari della fabbrica: Max Blonck e Isaac Harris, rimasti incolumi solamente perché erano situati all’ultimo piano del palazzo; fra i dipendenti non ci fù nessun sopravvissuto visto che Blonck e Harris tenevano quest’ultimi chiusi a chiave per timore che rubassero qualcosa e quando scoppiò l’incendio non si preoccuparono neanche di liberarli. Sembra però che la fabbrica fosse inestente e che, invece, avvenne un drammatico rogo. In realtà, a seconda dei Paesi dove si è affermata questa credenza cambiano la date, il luogo e il numero delle vittime.

    Perciò…qual è la verità?

    Nel 1908 avvenne uno sciopero di lavoratrici del settore tessile e il 28 febbraio 1909  dell’anno dopo, negli Stati Uniti, su iniziativa del Partito socialista americano, si decise di indurre una giornata dedicata alle donne, proprio per lo sciopero dell’anno precedente. L'anno seguente, nel 1910, la proposta venne raccolta da Clara Zetkin a Copenaghen, durante la Conferenza internazionale delle donne socialiste.

    L’8 marzo 1917, a San Pietroburgo, le donne marciarono per le strade per il “Pane per la Pace”  chiedendo la fine della guerra  e manifestando per i loro diritti, come la parità dei sessi sul lavoro e sul diritto di voto. Questo evento diede origine alla cosiddetta Rivoluzione di Febbraio e alla destituzione, solo quattro giorni dopo, dello zar e all’attribuzione del diritto di voto alle donne.

    Perché la mimosa?

    La mimosa  venne scelta per la prima volta come fiore per commemorare le donne nel 1946  dall’U.D.I  (Unione Donne Italiane), scelse la mimosa perché un fiore che cresce spontaneamente in molte parti d’Italia, è economico ed è facile avere un rametto piccolo da appuntare alla camicetta o alla giacca.

    di Morena Luberti

    di Serena Belfiglio


    Parole chiave:

    donna

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi