San Valentino, chi era costui - La vera storia del santo più amato e più odiato nel mondo
 
    Stai leggendo il giornale digitale di Istituto Comprensivo Fara Filiorum Petri su
    Clicca qui per leggere il giornale di un altro Istituto.

    San Valentino, chi era costui

    La vera storia del santo più amato e più odiato nel mondo

    C’è chi lo ama e chi lo odia, chi lo osanna e chi lo uccide ogni giorno, sicuramente non è mai passato inosservato e resisterà fino alla fine dei tempi

    Signori e Signore, ecco a voi, San Valentino Martire nato a Terni e morto il 14 febbraio 273 nella Città Eterna

    Simbolo di un sentimento nato nella notte dei tempi, che ha dato origine alla vita, poiché la vita è un dono d’amore.

    San valentino fu un vescovo di Terni (sec VI) e morto il 14 febbraio 274 a Roma, ci sono otto santi di nome Valentino, due sono i più noti: San Valentino, nato nel 176, proteggeva gli innamorati, li guidava verso il matrimonio e li incoraggiava a mettere al mondo i figli. Alcune vicende dicono che il santo martire, amante delle rose, regalasse alla coppie di fidanzati questi fiori per augurare loro un’unione felice.

    Si racconta anche che Valentino avrebbe celebrato il matrimonio tra la “Cristina Serapia” e il legionario Sabino, la cerimonia si sarebbe celebrata in fretta perché la giovane era malata, così i due sposi sarebbero morti insieme, mentre Valentino benediceva.

    San Valentino, autore di molti miracoli, diventò l’appellativo di San Protettore degli Innamorati o Santo dell’Amore

    Luoghi di San Valentino

    Ancora oggi, si celebra ogni anno, a Terni, la festa della promessa, cui partecipano giovani ragazzi in procinto di sposarsi e coppie affiatate con anni di matrimonio alle spalle provenienti da ogni parte d’Italia. La Basilica di San Valentino, costruita nel 1605, su dei resti di precedenti templi, contiene opere di un certo interesse, in particolare nella cripta.

    Attorno alla Basilica, si concentrano, ogni 14 febbraio, i festeggiamenti per il giorno di san Valentino, con il tradizionale mercato, le manifestazioni e i premi.

    Frasi

    Il faut s'aimer,

    et puis il faut se le dire,

    et puis il faut se l'écrire,

    et puis il faut se baiser sur la bouche,

    sur les yeux et ailleurs.

    Victor Hugo


    Frasi

    Bisogna amarsi

    E poi bisogna dirselo

    e poi bisogna scriverselo

    E poi bisogna baciarsi sulla bocca,

    sugli occhi e ovunque.

    (Victor Hugo)


    "L’amore vero si manifesta nei piccoli gesti,

    negli sguardi attenti, nelle carezze

    inattese, nella presenza silenziosa che dice

    più di mille parole"

    (Stephen Littleword)


    L’amour consiste à être bête ensemble.

    Paul Valéry

    (L’amore consiste nell’essere stupidi insieme)


    Stop breathing if I don’t see you anymore….

    Smetto di respirare se non ti vedo più

    Articolo a cura di A. D'Alessandro, A. Mancini, 1 A Scuola Secondaria di I grado, Roccamontepiano

    Fonte, Wikipedia,vari siti internet

     

    di Redazione Istituto Comprensivo Fara Filiorum Petri


    Parole chiave:

    amore , basilica , basilica , cuore , san valentino , terni

    Condividi questo articolo





    edit

    Scrivi su Scuolalocale clear remove

    Scrivi un articolo e invialo alla redazione di un Istituto
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo

    edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    doneChiudi
    Racconta la tua esperienza Scuola-Lavoro!
    Inserisci i tuoi dati, seleziona il progetto di alternanza e racconta l'esperienza; la redazione di Scuolalocale del tuo Istituto riceverà queste informazioni e le pubblicherà su Scuolalocale.
    account_circle
    email
    local_phone
    pin_drop
    Seleziona la redazione del tuo Istituto o quella alla quale vuoi inviare il tuo articolo
    Seleziona il progetto che vuoi raccontare, non c'è? Chiedi subito al tuo tutor aziendale di inserirlo!
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    mode_edit
    Foto attach_file
    Indietro
    thumb_up

    Il tuo articolo è stato inviato alla redazione da te indicata!

    Attendi una loro risposta, grazie!

    Invia la tua Idea clear remove

    Descrivi la tua idea e inviala a Scuolalocale.
    account_circle
    pin_drop
    Seleziona il tuo Istituto

    Seleziona l'ambito della tua idea

    mode_edit

    thumb_up

    La tua idea è stato inviata a Scuolalocale!

    Grazie!

    doneChiudi
    Chiudi
    Chiudi